Homepage

|| HOME || NEWS || ARTICOLI|| LIBRI || DOWNLOAD || LINK || FORUM ||

Wi4net

Menu principale

Partner

Microsoft Office 2007 enterprise download Windows 7 Ultimate is the most versatile and powerful edition of Windows 7 buy Adobe Creative Suite 4 OEMIt combines remarkable ease-of-use with the entertainment features of Home Premium and the business capabilities of Professional you can encrypt your data with BitLocker and BitLocker-To-Go. And for extra flexibility, buy Adobe Creative Suite 4 Master Collection oemyou can work in any of 35 languages. Get it all buy Adobe Photoshop CS4 Extended OEMwith Windows 7 Ultimate.

Solidarietà

On-line

Ci sono 6 visitatori e
0 utenti on-line

Sei un utente non registrato. Puoi loggarti qui o registrarti liberamente cliccando qui.

Login

 Nickname

 Password

 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come
utente registrato potrai
cambiare tema grafico
e utilizzare tutti i servizi offerti.

Tutto sul Wi-Fi
Sabato, 13 Agosto 2005 - 15:06 - 24108 Letture
Wireless LAN

Da quando Guglielmo Marconi inviò il primo segnale radio nel 1894, le tecnologie wireless hanno trasformato le modalità di comunicazione e di ricezione delle informazioni. Dalle apparecchiature radio degli anni venti a modulazione (AM) alla vasta gamma di unità wireless nel ventunesimo secolo. Le tecnologie wireless si sono evolute in maniera sorprendente, creando delle nuove attività industriali e sviluppando una nuova serie di prodotti e servizi.



I continui incrementi nelle vendite, e la continua attenzione da parte dei media, indica che la rivoluzione wireless è solo all’inizio. Le unità wireless ed i servizi annessi stanno crescendo in modalità esponenziale, basti pensare che nel 2004 oltre un miliardo di persone al mondo avrà un telefono cellulare, con un incremento pari al 105% rispetto al 2000. Le wireless lan non saranno da meno, anzi secondo le stime IDC (International Data Corporation), il mercato della apparecchiature per LAN è cresciuto dell’80% nel 2000 e si prevede una crescita continua in futuro, visto che ormai le reti wireless vengono installate in diverse realtà come aeroporti, alberghi, università e aziende. Ciò che risulta più stupefacente nelle reti wireless è la potenza insita in un principio così semplice.

Non c’è niente di nuovo nelle reti wireless, ma la sua semplicità e utilità ne fanno una scelta irresistibile. Le reti connesse via cavo (Ethernet) garantiscono le stesse potenzialità di comunicazione tra computer che possono offrire le wireless lan, ed inoltre il cablaggio per ora offre maggiore velocità. Quel che rende le reti wireless cosi appetibili è la combinazione tra flessibilità, ubiquità e distanza tra i nodi della rete. Installando una semplice rete wireless sarebbe possibile gironzolare per casa o per ufficio, uscire sul balcone oppure anche andare in un bar mantenendo un completo accesso alla rete per tutto il tempo.

Le reti wireless oggi rappresentano un mondo che dieci anni fa’ era solo fantascienza. La prima sperimentazione di network wireless si ebbe nel 1971 e fu sviluppato dalla Università delle Hawaii, questi avevano la necessità di collegare gli elaboratori di quattro isole senza utilizzare linee telefoniche. Tra i personal computer invece il wireless ha iniziato a diffondersi negli anni ’80 quando l’idea di condividere dati tra computer diventava sempre più fondamentale. La prima tecnologia utilizzata furono i ricetrasmettitori a raggi infrarossi. Però visto la grave limitazione dei raggi nell’attraversare la maggior parte dei materiali non ebbe un grande sviluppo.

Il mercato richiedeva una tecnologia pulita, con la possibilità di attraversare ostacoli da poter essere utilizzata in qualsiasi ambiente di lavoro, ed ecco che nacque una tecnologia wireless basata su segnale radio. Queste tipo di reti incominciarono a prendere piede negli inizi degli anni ’90 quando la capacità di calcolo dei processori risultò sufficiente a gestire la ricetrasmissione via radio. Una prima implementazione che si creò si dimostrò costosa e di proprietà e non permetteva di comunicare con nessun altro sistema, difatti le reti non compatibili si dimostrarono un fallimento.

A quel punto l’attenzione si focalizzò sul neonato standard creato dagli ingegneri dell’istituto IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) appunto l’802.11. Lo scopo iniziale di questo progetto era quello di creare uno standard globale per reti operanti in una banda libera senza la necessità di utilizzare alcuna licenza. Gli ingegneri si trovarono di fronte a diverse problematiche che avrebbero dovuto risolvere: - Come avrebbero dovuto interoperare tra di loro queste apparecchiature; - Come rendere l’utilizzo di queste apparecchiature utilizzabile indistintamente in qualunque parte del mondo; - Dovevano essere utilizzabile non soltanto in ambienti interni. Lo standard IEEE 802.11, comprendeva la possibilità da parte delle stazioni di operare in due configurazioni. Le stazione avrebbero potuto interoperare sia in modalità peer-to-peer e qundi direttamente le une con le altre, sia in modalità denominata ad infrastruttura.

In questo caso si necessitava di un punto di accesso che permetteva di far comunicare stazioni wireless con stazione che si trovavano sulla lan cablata. Far diventare la tecnologia IEEE 802.11 globale richiedeva l’utilizzo di una frequenza libera da qualsiasi vincolo burocratico, e per questo motivo che venne scelta la frequenza dei 2,4 Ghz una banda senza licenza riservata per impieghi industriali, scientifici e medici. Supportando il funzionamento nella banda ed adeguando i livelli di potenza consentiti in base al paese è stato possibile sviluppare uno standard per reti locali wireless che può essere impiegato in tutto il mondo. L’ambiente in cui doveva essere localizzata una wireless lan, non doveva essere il solo ufficio. Lo standard avrebbe permesso di utilizzare la tecnologia wireless in grandi realtà come magazzini, negozi, ospedali e grossi edifici, ma anche in ampi spazi aperti come parcheggi, campus universitari e perfino nelle aree di stoccaggio merci.


Pagina: 1/3

Prossima pagina (2/3) Prossima pagina
 

Link correlati

Vota l'articolo

Voto medio: 4.0
Voto totale: 1

4 stella

Tutto sul Wi-Fi | Login/crea un profilo | 0 Commenti
I commenti sono di proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.

Designed By CMSarea


Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2003-2005 di mia proprietà
Questo sito è stato creato con MaxDev, un sistema di gestione di portali scritto in PHP. MD-Pro è un software libero rilasciato sotto la licenza GNU/GPL Visualizzate le nostre news usando il file backend.php

Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

I LOGHI DEL SITO SONO STATI GENTILMENTE CREATI DA MEDIALINKS

Powered by MD-Pro