Security Wireless

News: Wimax, bando entro il mese

Articoli / News
Inviato da d.damato 07 Set 2007 - 01:33

Per l'assegnazione delle frequenze in gara tutti i grandi operatori. 3 punta invece sul super UMTS

Entro il mese di settembre il ministro Gentiloni ha promesso che emanerà il bando per assegnare le frequenze Wimax e finalmente potrà partire ufficialmente la procedura. In pole position ci sono Telecom Italia, Fastweb, Vodafone, BT Italia, Mediaset ed Eutelia. E c'è che dice che anche la Rai vorrebbe essere della partita, ma che sarebbe in difficoltà nel reperimento dei fondi necessari a sostenere l'asta con i suoi rilanci multipli.
Il Wimax è un sistema di trasmissione senza cavi, wireless, che consente di offrire accessi alla banda larga e a Internet nel raggio di parecchi chilometri per ogni antenna. Una specie di Wi-Fi su base geografica, invece che casalinga.
È una tecnologia che è nata negli Stati Uniti e che in Europa ha trovato parecchi ostacoli posti dai grandi gestori delle telecomunicazioni che la trovano alternativa alla banda larga fissa (l'ADSL) e a quella mobile, l'UMTS.

In realtà, oltre alla libertà di potersi connettere in qualsiasi luogo ci si trovi, il Wimax offrirà l'accesso alla banda larga anche nelle zone meno ricche e più montuose del Paese, dove l'ADSL non è ancora arrivata e non arriverà mai perché il numero degli utenti potenziali non riuscirebbe mai a coprire i costi di installazione e gestione della rete.L'asta, comunque, si farà e le aziende pronte a partecipare sono molte. Ma gli analisti ritengono che il meccanismo del bando di gara, grazie all'effetto dei rilanci d'asta, favorirà chi è più ricco e quindi i gestori maggiori, come Telecom e Vodafone.

Sarà difficile perciò che l'introduzione del Wimax modifichi le attuali posizioni di mercato. Anche perché qualche gestore, come è il caso di 3 Italia, ha già dichiarato che non intende partecipare: la società controllata da Hutchison Wamphoa ritiene il Wimax ormai superato dall'HSDPA e dall'HSUPA, il super UMTS che già oggi permette di trasferire dati alla velocità di 7,2 megabit al secondo; e quindi preferisce puntare sul suo super UMTS che, tra le altre cose, permette anche regolari chiamate telefoniche in movimento.

Fonte:cellulare-magazine.it

Questo articolo è stato inviato da Security Wireless
  http://www.securitywireless.info/

La URL di questo articolo è:
  http://www.securitywireless.info/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=15098