Security Wireless

News: 802.11n Wi-Fi Forse Solo nel 2008

Articoli / News
Inviato da Salvo 16 Ago 2006 - 11:22

Un backlog di circa 12,000 commenti sulla prima bozza dello standard proposto 802.11n Ŕ stato rimandato alla seconda bozza, originariamente prevista per il tardo autunno di quest'anno. L'Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) ha affermato lo scorso fine settimana che Ŕ probabile che la seconda bozza non sarÓ pronta prima di Gennaio 2007.

Ad inizio Maggio la prima bozza della proposta per lo standard wireless 802.11n era stata infatti bocciata alla prima votazione. Nonostante il gruppo di lavoro di 802.11n avesse in maniera informale raggiunto un compromesso sulla bozza dello standard a Gennaio scorso, il ballottaggio durato quaranta giorni si era chiuso senza una approvazione formale del 75 percento del Draft Standard 1.0 (solo il 46% dei votanti ha approvato la bozza). A Gennaio l'IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers, Inc.) aveva approvato la prima bozza di proposta durante un meeting tenutosi alle Hawaii. Il gruppo aveva messo da parte le ultime divergenze, adottando la proposta avanzata dal Enhanced Wireless Consortium, gruppo di interesse comune diretto da Atheros, Broadcom ed Intel. IEEE aveva giÓ avvertito tuttavia che fino alla ratifica delle specifiche, i prodotti rilasciati non avrebbero offerto alcuna garanzia di interoperativitÓ.

Il nuovo delay significa, secondo fonti interne all'industria, che lo standard finale potrebbe non venire approvato prima del 2008. Sebbene approssimativamente metÓ dei commenti riguarda modifiche editoriali necessarie al documento, i restanti 6,000 circa potrebbero portare a modifiche pi¨ sostanziali che metterebbero alcuni dei dispositivi pre-802.11n giÓ rilasciati sul mercato a rischio di incompatibilitÓ con lo standard finale. I produttori PC come Dell hanno incluso la compatibilitÓ nella bozza delle specifiche per alcuni dei loro laptop, e Belkin, D-Link, Linksys e Netgear hanno tutte iniziato a produrre apparecchiature e accessori pre-802.11n compliant.

Una task force del IEEE sta tentando di esaminare lentamente tutti i commenti, tuttavia la procedura Ŕ "un processo lungo e difficoltoso". Il posticipo della scadenza dovrebbe dare al gruppo tempo sufficiente per riuscire a risolvere tutti i problemi. Tra gli ostacoli ancora presenti, ricordiamo l'accordo su un metodo per combinare i canali wireless, incrementare la portata e conservare energia ed i problemi con i prodotti MIMO di diversi vendor che offrono interoperativitÓ scadente. I produttori di periferiche sono comunque ottimisti e ritengono che tutti i problemi saranno risolti nei prossimi mesi. Alcuni hanno anche affermato che il delay e le problematiche sono stati ingigantiti, e hanno affermato che lo standard wireless proposto non Ŕ assolutamente in pericolo.

Ad ogni modo le aziende suggeriscono a coloro che vogliono usare apparecchiature pre-802.11n di acquistare dispositivi da uno stesso vendor almeno fino alla finalizzazione dello standard, ammettendo l'esistenza attuale di problemi di interoperativitÓ.

Lo standard retro-compatibile 802.11n Ŕ stato studiato per rimpiazzare gradualmente la tecnologia Wi-Fi attuale, offrendo un data rate di circa 300-Mbits/s, da paragonare ai 54 Mbits/s che l'attuale standard 802.11g offre oggi. 802.11n prevede l'uso della tecnologia MIMO (multiple-input multiple-output) che consente di utilizzare pi¨ antenne per trasmettere e per ricevere incrementando la banda disponibile sfruttando una multiplazione di tipo spaziale attraverso una codifica tipo quella di Alamouti. Secondo quanto risulta dai primi test, sono previsti data rates fino a 600 MBps. I dispositivi 802.11n saranno anche retro-compatibili con le specifiche 802.11a, b e g.

fonte: tweakness.net

Questo articolo Ŕ stato inviato da Security Wireless
  http://www.securitywireless.info/

La URL di questo articolo Ŕ:
  http://www.securitywireless.info/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=14887