Security Wireless

Italia, più di 3000 Foneros Hotspot WiFi

News / News
Inviato da Salvo 24 Lug 2006 - 01:02

Qualche giorno fa il blog italiano ufficiale (http://blog.fon.com/it) dedicato all'iniziativa "FON" ha segnalato che in Italia è stata superata la soglia dei 3000 utenti registrati al servizio.

I "Foneros" sono i componenti che formato la comunità FON, un movimento nato in Spagna e diffusosi a partire da Gennaio 2006, che sta prendendo piede in tutto il mondo e ha come obbiettivo quello "di creare un infinita rete WiFi che consenta a tutti i membri della community di condividere, non solo la propria connessione a banda larga, ma anche esperienze e idee". Nel progetto sono entrati personaggi noti della rete, ma anche famose aziende. Recentemente Google e Skype hanno concesso a FON un finanziamento di più di 20 milioni di euro per l'idea d'impresa.

In pratica i Foneros condividono, tramite un router Wi-Fi, modificato per lo scopo (in Social Router), le loro connessioni a banda larga, permettendo gratuitamente e in modo non criptato l'accesso a Internet ad abitazioni vicine ed a utenti "on the go" muniti di dispositivi portatili Wi-Fi. Si tratta quindi della realizzazione di "reti di quartiere" tramite Hotspot Wi-Fi. Lo scopo ultimo è quello di creare un network "alternativo" e parallelo al modello attuale. I provider hanno grandi "autostrade" proprietarie (le dorsali) che vengono poi frazionate alle utenze mediante dei collegamenti punto-multipunto. FON punta a creare una rete a "ragnatela", decentrata, creata da tanti collegamenti punto-punto a breve distanza e a pochi chilometri di raggio di copertura wireless, che si connettono su frequenze dell'etere pubbliche, formando un network mondiale. FON non fornisce la connessione internet come un ISP ma consente di condividere il proprio access-point wireless con altri utenti in maniera da creare una griglia wireless che possa essere utilizzata dagli utenti registrati. In questo senso nel caso di un centro mal servito (dove portare la banda larga ha ancora costi elevati) FON può inoltre contribuire alla condivisione dei pochi punti di accesso offerti da istituzioni pubbliche o associazioni.

Per diventare un Foneros si deve possedere un router Wi-Fi compatibile con FON o acquistare direttamente, al prezzo speciale di soli 5 Euro (più 10 euro di spedizioni), il Social Router offerto alla comunità (Linksys WRT54GL/GS con FW modificato). Il ogni caso il router dovrà integrare il firmware modificato contenente il software FON. A registrazione avvenuta si verrà mostrati sulla mappa dei Foneros (powered by Google Maps).

La community FON prevede tre differenti figure di partecipazione: i Linus, utenti che condividono gratuitamente parte della loro connessione avendo, a loro volta, la possibilità di accedere liberamente alle connessioni degli altri Foneros (Linus e Bill); i Bill: utenti che condividono la loro connessione ottenendo una parte del canone pagato dagli Alien; non hanno però il libero accesso alle connessioni degli altri Foneros; gli Alien: utenti che non condividono la connessione e che pagano un canone per accedere alle connessioni offerte dai Foneros. Attualmente si sta valutando la figura del Super Bill che avrà la possibilità di acquistare 10 router FON READY al costo di 250 euro: un'iniziativa interessante per associazioni di quartiere o condomini che potrebbero così offrire una vasta copertura del vicinato ed ottenere un buon guadagno.

In Italia, tuttavia, il movimento FON deve affrontare almeno due problemi legali: il contratto firmato con il proprio operatore quasi sempre vieta la condivisione della connessione e il decreto antiterrorismo Pisanu stabilisce che tutti quelli che si connettono a Internet devono essere identificati e identificabili. Altri dubbi sono emersi dopo la recente introduzione della figura dei Bill, che effettivamente "rivendono" connettività senza essere ISP. Ad oggi, anche per appianare i vari dubbi legali, FON sta prendendo contatti con diversi ISP italiani per valutare possibili collaborazioni e allo stesso tempo si stanno valutando accordi con diverse grandi e medie realtà urbane che sono in procinto di realizzare reti WIFi sul proprio territorio. A livello centrale infine FON ha organizzato un team dedicato alla realizzazione di un modello comune per tutti i paesi UE, secondo i canoni della comunità europea, per la gestione della sicurezza dei dati e delle connessioni offerte agli utenti.

Fonte: tweakness.net

Questo articolo è stato inviato da Security Wireless
  http://www.securitywireless.info/

La URL di questo articolo è:
  http://www.securitywireless.info/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=14879