Security Wireless

Microsoft Virtual WiFi

News / News
Inviato da d.damato 19 Ott 2005 - 07:57

Microsoft Research presenta VirtualWiFi, un’architettura di virtualizzazione per schede wireless LAN (WLAN).

Il sistema replica una singola scheda WLAN in modo da farla apparire all'utente come un insieme di schede multiple virtuali. L'utente potrà poi configurare ogni scheda virtuale per connettersi a diverse reti senza fili.
In sostanza VirtualWiFi consente all'utente di connettere simultaneamente la propria macchina a diversi networks wireless sfruttando una sola scheda di rete. La nuova funzionalità introdotta da VirtualWiFi apre le porte a molte nuove applicazioni, non possibili precedentemente.
Per esempio sarà possibile:


Connettere una macchina ospite o giocare in rete attraverso un network ad hoc, navigando contemporaneamente nel web attraverso un'altra infrastruttura di rete


Connettere una rete specifica, che contenga svariati nodi, ad Internet tramite un unico nodo


Rendere una infrastruttura di rete domestica "elastica" estendendo il suo accesso a nodi fuori dalla portata del proprio Access Point WiFi


Recentemente, il team ha integrato due nuove funzionalità nel sistema. La prima consiste in un utile network tool di diagnostica errori e recovery, chiamato Client Conduit. Lo strumento offre un sottile ponte tra i clients disconnessi e i back end servers che effettuano le mansioni di diagnostica e recover wireless. Questo è possibile grazie all'uso di VirtualWiFi sui clients connessi. Questi clients si connettono dinamicamente a quelli disconnessi, e tramite questi inviano messaggi ai back end servers. VirtualWiFi consente che il procedimento avvenga senza necessità di sconnettere esplicitamente il client dalla rete. Una descrizione più dettagliata di Client Conduit è disponibile nell'articolo : "Architecture and Techniques for Diagnosing Faults in IEEE 802.11 Infrastructure Networks" (PDF).

La seconda funzionalità di VirtualWiFi si occupa di incrementare la capacità delle reti wireless usando canali ortogonali ed è chiamata Slotted Seeded Channel Hopping (SSCH). SSCH usa VirtualWiFi per virtualizzare una scheda wireless creando e connettendo tante istanze quanti sono i canali ortogonali. In aggiunta SSCH propone un schema originale di sincronizzazione parziale che può esssere usato con VirtualWiFi. I dettagli sul protocollo SSCH sono descritti in un altro paper: "SSCH: Slotted Seeded Channel Hopping for Capacity Improvement in IEEE 802.11 Ad-Hoc Wireless Networks" (PDF).

Il team afferma di aver implementato VirtualWiFi su Windows XP. La versione corrente di VirtualWiFi consiste solo in un prototipo, e il team è a lavoro per rendere il software più robusto e ricco di features.

Fonte:www.tweakness.net

Questo articolo è stato inviato da Security Wireless
  http://www.securitywireless.info/

La URL di questo articolo è:
  http://www.securitywireless.info/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=147